“Vetrine d’artista” è un’iniziativa culturale che fa parte del progetto “Spazio ai giovani”: si tratta della prima irruzione artistica del festival diffuso “Azioni” che caratterizzerà la bassa padovana e che si concluderà nella primavera 2022.

Sedici vetrine dei negozi di Este in Centro ospitano opere d’arte contemporanea realizzate da artisti affermati ed emergenti, diventando così delle vere a proprie gallerie espositive.

In un percorso che si snoda tra le vie e le piazze del centro storico di Este è possibile ammirare dipinti, sculture, installazioni, fotografie e opere d’arte.

Un’ iniziativa voluta dai commercianti di Este e progettata con Fantalica e il team di “Spazio ai giovani” per rispondere alla situazione di sospensione e compressione che le attività culturali e le mostre d’arte e i musei hanno subito per lungo tempo, dando nuovi spazi all’arte, e utilizzando le vetrine come luoghi di promozione, non solo di prodotti commerciali, ma anche della creatività.

La mostra “Vetrine d’artista” sarà fruibile anche on line grazie ad una mappa interattiva che permetterà di entrare virtualmente nei negozi, vedere le foto delle opere esposte e video di negozianti ed artisti che parlano dell’iniziativa. “Un modo alternativo, ma sempre più necessario in tempi di pandemia” dice Sara Celeghin, coordinatrice del progetto “per approcciarsi all’arte grazie al digitale che ci permette di conservare la memoria della mostra, anche una volta disallestita, e di renderla accessibile ora sia in forma fisica a chi vorrà recarsi ad Este, ma anche in forma virtuale a chi abita troppo lontano o per varie ragioni non può muoversi”.

E’ visibile a questo link: https://www.google.com/maps/d/edit?mid=11pDGzRRWz7m9vuDCf71EMeeh-qaqyN5c&usp=sharing e verrà implementata con nuovi materiali.

Il percorso inizia in via M.D’Azelio 4 presso Fotostudio 4a che espone un quadro di Vanilla Ragana e due sculture lignee di Sara Celeghin, prosegue nella stessa via al numero 30 presso Sposa d’Este che ospita “One” un dispositivo relazione di Antonio Irre, svolta poi presso Shoes Company che ha accolto l’esposizione di Fondazione Irea: “I REAlizzabili” ovvero l’unione di tre parole: IREA, ABILI E REALIZZABILI.

Si prosegue in via Pescheria Vecchia ammirando le “città in valigia” e alcune opere lignee di Sara Celeghin presso Sisley ed Erboristeria Agrifoglio.

Sandra Storica Moda ospita le illustrazioni di Giovanna Marin, mentre Parafarmacia Atestina le foto di Alberto Girotto, per arrivare a Non Solo Mercerie dove sono esposte marionette e pupazzi di Hugh Purves e Sara Celeghin. Svoltando poi in Piazza Maggiore, Libreria Gregoriana Junior espone opere di Giovanna Marin, che ritroviamo anche presso C’era una volta, La Boutique dei Piccoli. I quadri di Stella Fante si trovano presso Madame, mentre Promise, Naturehouse e Proposte Gioielli accolgono le opere “immersioni”, “di nuova luce” e “leggerezza” di Sara Celeghin. Chiudono il percorso Estè Boutique con opere di Carolina Blanco (Carolì) e un quadro di Giovanna Marin presso Libreria Gregoriana a fine via Cavour.

Un tripudio di forme, colori e tematiche differenti per celebrare l’arte in tutte le sue forme e il suo utilizzo in chiave di rigenerazione urbana che è il tema centrale del progetto biennale “Spazio ai giovani” vincitore di Culturalmente 2020 di Fondazione Cariparo ed organizzato da Fantalica.

Media e Contatti

spazioaigiovani.fantalica.com

Associazione culturale di promozione sociale Fantalica

via Giovanni Gradenigo 10 Padova

via Brunelli 2/C Este

tel. 0492104096

cell. Padova 3483502269

cell. Este 3281735995

fb associazione culturale Fantalica

instagram ass_fantalica