Riaprono le aree archeologiche di Via S. Stefano e di Via Tiro a Segno, grazie alla sinergia tra il Comune di Este e la Soprintendenza per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso, con la collaborazione dell’Associazione Studio D Archeologia, Didattica, Museologia.

L’area archeologica di via Santo Stefano conserva i resti di un’importante necropoli protostorica che ha restituito centinaia di complessi tombali databili dall’VIII al III secolo a.C. (ma anche di epoca romana). Dopo un importante intervento di recupero, oggi l’area è accessibile al pubblico mediante un percorso al coperto e privo di barriere architettoniche.

L’area archeologica su prato di via Tiro a Segno ha restituito i resti di un quartiere residenziale del I secolo d.C., delimitato da strade sulle quali si aprono tre domus presso cui si svolgevano anche attività commerciali. Esso gravitava attorno al foro cittadino e si ubicava a poca distanza dal fiume Adige.

Ecco le date in cui è possibile accedere liberamente alle aree dalle ore 16.00 alle ore 19.00 con ultimo ingresso alle ore 18.30:

22, 30 maggio

06, 12, 20, 26 giugno

04, 10, 18, 24, 31 luglio

08, 14, 22, 28 agosto

04, 12, 18, 26 settembre

Si raccomanda l’uso dei dispositivi di sicurezza delle vie respiratorie e il distanziamento fisico di almeno 1 metro.

Per informazioni:

Associazione Studio D

tel. 339 855.53.16

tel. + whatsapp 347 994.14.48

mail info@studiodarcheologia.it