In virtù della propria prossimità al Parco Regionale dei Colli Euganei, con la sua ricchissima proposta naturalistica, escursionistica, enogastronomica, artistica, Este rappresenta un’opportunità unica per un’esperienza che combina natura, cultura e buon vivere.

    Este è situata sul versante meridionale dei Colli Euganei, un'area naturalistica la cui particolarissima struttura idrogeologica di origine vulcanica ha reso possibile la formazione di una straordinaria biodiversità botanica e faunistica.

    Un patrimonio naturale che si estende per oltre 18.000 ettari e che a partire dal 1989 si è deciso di salvaguardare istituendo il primo Parco Regionale del Veneto.

    Il Parco Regionale dei Colli Euganei

    Il Parco comprende 15 Comuni e si estende per 18.694 ettari. Sono presenti i maggiori rilievi collinari della Pianura Padana che si ergono, nettamente isolati, a sud-ovest di Padova (la massima elevazione, il Monte Venda, raggiunge quota 601 m). La particolare ubicazione e genesi vulcanica, i diversi orizzonti climatici, la presenza attiva dell'uomo fin dai tempi più remoti, rendono il Parco unico per le sue ricchezze naturali, paesaggistiche, ambientali, culturali ed artistiche.L'area del Parco è percorsa da una fitta rete di sentieri, ideali per passeggiate, trekking e cicloturismo.

    Scopri di più su: Parco Regionale dei Colli Euganei

    Cicloturista? Scopri gli itinerari sul territorio Sport e Cicloturismo

    I sentieri del Parco

    L'area del Parco è percorsa da una fitta rete di sentieri che consentono di effettuare passeggiate ed escursioni per tutti i gusti e per ogni tipo di camminatori: famiglie, appassionati di trekking, amanti della natura in genere. Dai percorsi storico-naturalistici a quelli di ispirazione religiosa, dai più montuosi a quelli più rilassati ad ammirare ville e paesaggi: il Parco è una sopresa infinita per gli occhi ed un piacere continuo per il corpo, grazie alla salubrità del contesto e all'amenità dei percorsi.

    Per visualizzare l'elenco dei sentieri ufficiali e programmare il proprio percorso:Scopri di più su: Parco Regionale dei Colli Euganei

    Il sentiero del Principe

    [:it]hanno cantato Beatrice, all'Arco del Falconetto del Cornaro; dalla Villa ex Kunkler, in cui Shelley compose alcune delle sue opere più importanti, fino a Calaone, con possibile deviazione presso l'ex Convento di Salarola. Lungo il percorso si incontrano alcuni dei monumenti architettonici più interessanti di Este, come la villa Vigna Contarena e il Palazzo del Principe; il tutto circondati da bellezze di alto valore naturalistico, dalla pineta storica e dalla flora autoctona. Per imboccare il sentiero si può partire da Via dei Cappuccini e proseguire oltre l'arco del Falconetto, oppure seguire la cinta muraria del castello dal lato della strada per Calaone.

    Scopri di più su: Parco Regionale dei Colli Euganei

    Le aree di sosta

    All'interno del Parco sono predisposte numerose aree di sosta attrezzate ad uso pubblico. Alcune di esse (solo quelle in cui è presente il simbolo del braciere) consentono di accendere fuochi per picnic, utilizzando gli appositi barbecue già predisposti.

    Scopri tutte le aree attrezzate:

    Scarica descrizione e immagini delle aree di sosta

    L'Oasi della Restara

    L'Oasi della Restara, un tempo sede di un antico canale (Restara), arricchita da piante messe a dimora negli anni '90, è stata riqualificata ed è diventata con il passare del tempo una vera e propria oasi a due passi dal centro cittadino. Gr30azie all'intervento del GAL Bassa Padovana  è stato possibile realizzare la sistemazione ambientale dell'intera area offrendo la possibilità di percorre un circuito di sette chilometri grazie a una passerella che, attraversando il canale Restara, collega i due percorsi ciclabili pre-esistenti.

    Dopo l'ingresso all'Oasi si può proseguire lungo un circuito di sette chilometri che, a metà, devia per Pra' d'Este. Per completare il circuito si può utilizzare la passerella in ferro che consente di passare dall'altro lato del canale per tornare alla zona della casa di riposo.

    Il percorso è attrezzato con panchine, bacheche e cestini e il corso d'acqua è protetto da staccionate in legno. L'Oasi della Restara è oggi un'area verde completamente fruibile, ma anche un collegamento ciclabile tra il centro storico e la frazione e tra l' 'Anello dei Colli Euganei' e il 'Giro delle Città Murate'.

    Anello dei Colli Euganei

    L'intero sistema collinare euganeo, che conta un centinaio di alture, oggi è compreso all'interno del Parco Regionale dei Colli Euganei. Questo itinerario, prediletto dagli amanti delle due ruote, si sviluppa ad anello attorno al perimetro del Parco ed è ricco di numerose mete turistiche che si snodano su un percorso di 63 chilometri. L'anello abbraccia i comuni di Padova, Este, Abano e Montegrotto Terme e consente di ammirare numerose bellezze artistiche, panorami suggestivi ed atmosfere d'altri tempi.

    Per sapere di più e scaricare la cartografia: www.parcocollieuganei.com

    Sulle orme dei poeti: il Parco Letterario® Francesco Petrarca e dei Colli Euganei

    Le profonde radici culturali di Este si riverberano nella forte attrazione che questa città esercita da sempre su poeti, scrittori e letterati. Dai cantori trobadorici che nel Duecento si riunivano alla corte di Azzo VI d’Este, al cenacolo di artisti ed intellettuali che convenivano nella tenuta del nobile di raffinata cultura Alvise Cornaro, tra i quali il commediografo Ruzante, dai grandi romantici Lord Byron e Shelley, ospiti a villa Kunkler nell’Ottocento, ai numerosi pittori e scrittori inglesi, tra cui Bruce Chatwin, che alla metà del Novecento animavano le sale di Villa Albrizzi, Este conserva infinite tracce di un'intensa attività culturale.

    Il “Parco Letterario® Francesco Petrarca e dei Colli Euganei” nasce ufficialmente nel 2012: in un avvicendarsi di oasi ambientali, antiche abbazie, castelli, ville, ritiri campestri e altre tappe eccellenti come la casa di Francesco Petrarca (1304-1374) ad Arquà, ultima, amatissima, dimora del Poeta, le terme già cantate da Claudiano nel IV sec e la Villa dei Vescovi ammirata da Dino Buzzati, il visitatore può fare un’esperienza in cui la letteratura si fonde con colori, sensazioni e profumi unici.

    Scopri di più:  www.parchiletterari.com        www.parchiletterari.com-Il Parco Francesco Petrarca e dei Colli Euganei


    Terme e Colli Euganei fanno turismo da più di 2000 anni

    A prima vista i Colli Euganei si presentano con una forte identità vulcanica: cuspidi di trachite poggiano su potenti basamenti calcarei.
    Una volta entrati nel territorio ciò che colpisce é l'abbraccio di colline dalle multiformi geometrie e l'elegante paesaggio, formatosi dall'unione tra uomo e natura.

    Le civiltà hanno lasciato testimonianza di emozionante bellezza: aree archeologiche, ville, città murate, opere d'arte, capolavori assoluti.
    Ai piedi dei Colli affiorano acque e fanghi termali scientificamente efficaci che nei comuni di Abano, Montegrotto, Battaglia, Galzignano e Teolo hanno permesso l'affermarsi del più grande vbacino termale d'Europa. Dai tempi dei Veneti antichi, di cui Este é considerata ''la culla'', fino ai nostri giorni l'acqua e i fanghi attirano le genti che sono alla ricerca di salute e benessere.

    Il nostro territorio offre la possibilità di rigenerare il corpo con le Terme, ma rigenera lo spirito con Arte e Natura, ecco perché la vacanza da noi é VITALIZZANTE!

    Acque, fanghi e prodotti della terra euganea, in primis vino e olio, hanno in comune la medesima origine naturale e biologica. Un tesoro che fa del nostro territorio la prima area della salute preventiva d'Europa.

    Per saperne di più visita il sito: www.visitabanomontegrotto.com