Villa Contarini detta “Vigna Contarena” (sec. XVII)

Posizionata a ridosso delle mura del castello, nel punto in cui dove il colle comincia a scendere verso la pianura, la Villa, detta anche Vigna Contarena, si staglia fra gli alberi secolari del parco ben nascosta dall’esterno. Il nome  pare sia dovuto al fatto che, in origine, la villa era dotata di un parco ricco di alberi da frutta e viti. In effetti la sua posizione, sulle pendici dei colli Euganei, costituisce l’ambiente ideale per questo tipo di coltivazioni. La villa è di notevole interesse storico dato che, tra gli artisti che vi hanno lavorato, spiccano lo Scamozzi e i nomi di Pietro Ricchi, artisti della scuola di Giulio Romano, Sebastiano Ricci (sala delle Feste) e Battista Franco detto il “Semolei” (sala dei Fauni).


Orari e prezzi: visitabile per gruppi di min. 20 persone, su prenotazione (villa@vignacontarena.com).